Musica Elettronica: i corsi

Con gioia vi annunciamo l'apertura della classe di musica elettronica e tecnologie musicali.

Docente Laura Agnusdei

A seguire i programmi dei corsi, per prenotare una lezione di prova scriveteci ad amministrazione@cemi.bologna.it

I corsi si tengono il Giovedì pomeriggio.


Corso di musica Elettronica

Il corso è destinato a bambini, adolescenti e adulti interessati ad imparare da zero, o ad approfondire, le conoscenze tecniche e teoriche necessarie per produrre musica con le nuove tecnologie. L'insegnamento è incentrato sull'utilizzo di software che permettono di comporre musica in tutti i suoi aspetti: creare suoni, registrare, mixare, dare forma compiuta ad un brano musicale. Concentrandoci in particolare sull'uso del programma Ableton Live, impareremo cos'è un'onda sonora, come usare sintetizzatori e drum machine, effetti sonori, campionatori, looper e tanto altro. Il percorso verrà modellato in base agli interessi specifici, alle inclinazioni e all'età dello studente nell'obbiettivo di renderlo autonomo e curioso nella sua pratica creativa. La musica elettronica infatti non è un genere musicale, ma un insieme di possibili strumenti tecnologici da utilizzare per esplorare il vasto mondo del suono!


Argomenti trattati:

  • l'onda sonora: elementi di fisica acustica

  • il sintetizzatore, cos'è la sintesi del suono?

  • Effetti audio: riverbero, delay, flanger, distorsioni etc

  • cavi, speaker, microfoni

  • il campionamento: registrare e manipolare i suoni

  • MIDI

  • Beat making

  • forme musicali e strategie creative

  • storia della musica elettronica

  • Audiovisione: il rapporto tra suono e immagine


Tecnologie Musicali

Obiettivo principale del corso è educare i giovani musicisti e musiciste ai concetti e alle pratiche della tecnologia musicale di oggi, per renderli consapevoli nell'utilizzo degli strumenti che permettono di catturare, modificare, produrre, riprodurre e trascrivere suoni. Tramite l'utilizzo di software a licenza libera come Audacity impareremo come registrare il nostro strumento.

Questo ci permetterà non solo di capire le leggi fisiche che stanno alla base della propagazione delle onde sonore, ma anche tutti gli anelli che compongono la cosidetta “catena elettroacustica” ovvero il tragitto che percorre il suono e le varie dimensioni che attraversa (acustica, elettrica, digitale, analogica) nei processi a cui lo sottoporremo.


La modifica del suono registrato ci apre inoltre tanti orizzonti creativi, imparando le funzioni dei vari effetti di “sound processing” inizieremo a capire il concetto di timbro e come comporre musica tenendo conto di questo parametro. Il mondo del web ci fornisce inoltre la possibilità di familiarizzare con gli strumenti elettronici, possiamo infatti apprendere come suonare sintetizzatori e drum machine giocando con strumenti browser-based, ovvero fruibili online. Per mettere in relazione queste nuove competenze con le basi del solfeggio che in parallelo gli alunni vanno apprendendo nel loro percorso a scuola, trascriveremo in notazione tradizionale i pattern utilizzati nei sequencer degli strumenti elettronici con l'ausilio di programmi di notazione musicale come Muse Score.


Allo stesso scopo il protocollo MIDI è sicuramente un altro degli strumenti che incontreremo e che ci permetterà di far comunicare le nostre conoscenze della scrittura tradizionale con il mondo della musica elettronica. Nell'anno trascorso insieme non mancheranno inoltre occasioni per capire l'origine storica della nascita delle tecnologie musicali che pervadono il mondo di oggi e di conoscere le protagoniste e i protagonisti di questa affascinante storia.