top of page

Edoardo Benucci
pianoforte

edoardo.benucci@cemi.bologna.it

cell: 3405703027 

Pianista e fisico, ha iniziato gli studi musicali con il maestro Federico Rovini e li ha

proseguiti, presso Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia, con la professoressa Francesca Costa, sotto la guida della quale si diploma nel 2014 e consegue il biennio di secondo livello in pianoforte ad indirizzo solistico due anni dopo, con la votazione di 110/110 e lode, discutendo una tesi dal titolo “Puccini, Mascagni e Catalani: pianoforte e autocitazione – Brani pianistici dei tre toscani all’interno delle loro opere liriche”.


Ha approfondito lo studio della musica da camera con i maestri Bruno Canino e Folco Vichi, ha partecipato come allievo effettivo a masterclasses di maestri di fama mondiale tra cui Pietro De Maria, Daniel Rivera, Tami Kanazawa,Yuval Adomny, Leone Magiera. Nell’a.a. 2021/22 ha partecipato come allievo effettivo al corso annuale di musica contemporanea per pianoforte tenuto dal maestro Emanuele Arciuli presso l’Accademia di Musica di Pinerolo.

 

Si è esibito sia come solista e camerista in diverse formazioni con un vasto repertorio che va dalla musica barocca a quella contemporanea.
Dal 2014 è in attività con il duo pianistico “Duo Kapustin” insieme al collega e amico Luca Innocenti, con cui esplora il repertorio pianistico a 4 mani e due pianoforti, spaziando dal periodo classico al contemporaneo. Tale collaborazione lo porta negli anni ad esibirsi anche con ensemble più ampi partecipando a produzioni come i Carmina Burana e la Sonata per due pianoforti e percussioni di B. Bartòk.

 

Dal 2017 collabora stabilmente con il soprano Anna Capiluppi con cui affronta il repertorio cameristico vocale straniero e italiano, con attenzione particolare a compositori italiani dell’ultimo ‘800 e primo ‘900. Partecipa con tale formazione al Concorso Internazionale “Città di Stradella” 2019, vincendo il primo premio nella sezione musica da camera.

 

Ricopre il ruolo di maestro collaboratore in classi di strumento e canto in varie scuole di musica e in occasione di masterclasses e dal Febbraio 2017 collabora regolarmente con il “Collegium Musicum Almae Matris – Coro e Orchestra dell’Università di Bologna” come pianista d’orchestra e pianista accompagnatore dei cori.

All’attività concertistica affianca regolarmente quella di docente, sia in scuole di musica private che nella scuola pubblica. E’ attualmente docente di pianoforte e solfeggio presso il CEMI (Centro Educazione Musicale Infantile) di Bologna.


Nel Marzo del 2015 ha conseguito la laurea in fisica all'Università di Pisa e nell’Ottobre del 2017 il diploma del corso di perfezionamento in Musica e Musicoterapia in Neurologia all’Università di Ferrara.

Nell’Ottobre 2020 si è laureato al corso di laurea magistrale in Fisica Applicata presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, con una tesi in didattica della fisica dal titolo “Composizione ed esecuzione musicale come chiavi di accesso al rapporto micro-macro in termodinamica e alla fisica del tempo. Proposta didattica per un percorso interdisciplinare tra fisica e musica”.

Dal 2021 è presidente dell’Associazione Culturale “Il Faro” di Vada (Livorno) con cui promuove iniziative di carattere culturale vario, con particolare attenzione verso quelle di tipo musicale. Con tale associazione dà il via, a partire dal 2022, al festival musicale “Suoni Del Faro”: un festival interdisciplinare e variegato nella proposta, il cui obiettivo principale è quello di far avvicinare alla musica “colta” in tutte le sue declinazioni (classica, jazz e di avanguardia) un pubblico sempre più ampio, puntando, in particolare, a coinvolgere ragazzi e adolescenti.

Si occupa di ricerca, sperimentazione e divulgazione didattica partecipando come relatore a festival e rassegne tra cui “Musica e/è scienza” (Padova) e “Eufonica” (Bologna).
E’ attualmente iscritto al biennio di secondo livello in Didattica della musica ad indirizzo strumentale presso il Conservatorio G. B. Martini di Bologna e al corso di formazione biennale Dalcroze organizzato dall’Associazione Italiana Jaques Dalcroze.

Nel 2023 è risultato idoneo ai concorsi pubblici ordinari, per titoli ed esami, per le classi di concorso AJ55 (insegnamento di pianoforte nei licei musicali) e AJ56 (insegnamento di pianoforte nelle scuole medie ad indirizzo musicale); per quest’ultima è risultato anche vincitore della cattedra presso l’IC Dovizi-Borghi di Bibbiena (Arezzo).

bottom of page